Il diritto alla vita e i giovani al centro della 24esima Assemblea Internazionale della Pontificia Accademia per la Vita

L’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori ha partecipato e seguito con attenzione i temi discussi durante la 24esima Assemblea della Pontificia Accademia per la Vita  tenutasi in Vaticano la scorsa settimana. Giornate intense di studio e approfondimento, ricche di significato e testimonianze importanti. Gli accademici provenienti da tutto il mondo hanno avuto l’onore di ascoltare le parole del Papa che sin dall’inizio del suo Pontificato si batte contro la cultura dello scarto.

 

.

Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita, ha concluso l’Assemblea che si è svolta in Vaticano da lunedì 25, annunciando che il tema del prossimo appuntamento annuale sarà la Robotica. «Voglio terminare la mia vita assistito da un essere umano, non da una macchina», ha detto provocatoriamente mons. Vincenzo Paglia, sottolineando quanto «per il nostro futuro stia diventando importante il rapporto con le macchine e dunque con una tecnologia che ha già ampio impatto sulla vita delle persone e sul loro futuro»

«Il nostro compito oggi come Pontificia Accademia  – ha insistito mons. Paglia – è di approfondire la riflessione sul significato della vita umana, ampliandoci a temi come l’ambiente, le tecnologie, il divario tra i diversi paesi. Il nostro orizzonte è l’umanità, il genere umano. Per noi esiste il ‘mi prendo cura dell’umanità’ e non diremo mai ‘il mio paese è al centro’».

L’Assemblea, la 25esima, si terrà dal 25 al 27 febbraio 2018.

La giornata finale ha visto alternarsi le relazioni dei gruppi di lavoro che ieri, per aree linguistiche, hanno dibattuto il tema della «Global Bioethics».

I punti di forza, è stato ribadito dal lavoro dei gruppi, riguardano appunto lo sviluppo della «Bioetica Globale». È stato auspicato che si possano individuare   momenti di maggiore dialogo tra i partecipanti. E senza dimenticare la chiave pastorale, per offrire dei contributi in grado di aiutare il lavoro della Chiesa nei diversi contesti diocesani. La bioetica globale – hanno ribadito i gruppi linguistici –  invita a tenere conto della dignità, dei diritti umani, della vulnerabilità, della solidarità, dell’uguaglianza di tutti gli essere umani. Un altro punto di forza riguarda la presenza del gruppo dei Giovani Accademici, che arricchiscono il patrimonio di conoscenze dell’Accademia.

Concludendo i lavori mons. Paglia ha sottolineato l’importanza del dialogo, concretizzato nella presenza di Accademici di diverse provenienze ed estrazioni. «Ci arricchiscono e forniscono stimoli nuovi», ha detto. Tra le iniziative del prossimo futuro mons. Renzo Pegoraro, Cancelliere dell’Accademia, ha sottolineato che si attuerà un maggiore monitoraggio delle tematiche bioetiche emergenti  nei diversi contesti continentali, per favorire un migliore scambio e dialogo tra gli Accademici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...