VACCINI: 80MILA BAMBINI ESCLUSI DALLA MATERNA

 

Da oggi quasi tutti i bambini hanno ripreso la scuola, ma non tutti i bimbi della materna potranno avere l’accesso a scuola perché non in regola con le vaccinazioni: si stima che siano circa 80 mila i bambini esclusi dalla materna.

La Legge Lorenzin approvata nel 2017 per l’anno scolastico appena iniziato viene applicata in modo completo senza possibilità di proroghe o autocertificazioni come successo per gli anni passati.

Il numero è calcolato in base a quanti al primo gennaio di quest’anno non erano ancora stati vaccinati per l’esavalente (antidifterite, tetano, pertosse, polio, epatite B e emofilo previsti dai 3 ai 6 mesi) e per il quadrivalente (anti morbillo, varicella, parotite e rosolia previsti dai 13 ai 16 mesi).

Il numero potrebbe essere in calo, considerato che negli scorsi mesi molti genitori hanno provveduto a far vaccinare i propri figli, ma il numero dei non vaccinati rimane sempre alto, stando ai dati regionali.

In Veneto, infatti, ben 7 mila bambini rimarranno fuori dalle scuole per mancata vaccinazione (i Nas a Treviso hanno segnalato 60 persone per aver falsificato i certificati per far entrare comunque i figli a scuola), mentre in Toscana risultano poco più di 4 mila i bambini senza vaccinazioni e in Lombardia circa 17 mila.

In Friuli Venezia Giulia si stima che 3.000 alunni non potranno entrare in classe, in Liguria 1.800 e nelle Marche 4.500.

La Romagna è una delle zone a più basso tasso di vaccinazione: l’ufficio scolastico ragionale ha annunciato che si stanno preparando i decreti di revoca per chi non ha rispettato la legge.

Ad Ivrea si è svolta una fiaccolata in sostegno ad una mamma in sciopero della fame perché le sue due gemelle di 3 anni non vaccinate non sono state fatte entrare a scuola.

A più di due anni dalla sua approvazione la Legge Lorenzin continua a dividere le posizioni di quanti sono a favore dei vaccini e di quanti sostengono le proprie idee no- vax: si aspettano, pertanto, direttive dal nuovo Ministro Roberto Speranza che ancora non si è ufficialmente espresso.

Published by

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...