Le nuove regole dell’UE per la protezione dei dati personali. Quali sono i cambiamenti?

Ci siamo. Da oggi 25 maggio tutti i cittadini europei hanno un nuovo regolamento, il GDPR, (il General Data  Protection Regulation o Regolamento Ue 2016/679) a tutela dei propri dati personali e sensibili . Una normativa che cambia e innova il sistema in vigore, assicurando una maggiore protezione della privacy e uniformando le leggi europee esistenti. Le persone e le imprese, tanto quelle che offrono servizi nell’ambito dell’Unione Europea sia quelle con sede al di fuori dell’Unione, avranno pari diritti  in ogni Paese europeo  per ciò che riguarda la tutela e il pieno controllo delle informazioni che le riguardano.  Quali sono i principali cambiamenti? Continua a leggere


L’impulso dello «sharenting» e il furto d’identità

Secondo la banca Barclays entro il 2030 lo «sharenting», come viene chiamata in inglese la condivisione delle foto, sarà responsabile dei due terzi dei furti d’identità commessi online ai danni di persone giovani. Nonostante i ripetuti moniti a non pubblicare foto di minori sui social network, i genitori non resistono. rivela che il 75% dei genitori ha condiviso immagini dei loro figli rivelando dettagli personali utili ai criminali e il 30% ha detto di avere almeno una password che contiene nomi della famiglia o date importanti.

Continua a leggere


“Mediando s’impara”: la proposta della Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza contro il bullismo

La mediazione come materia scolastica e spazi di mediazione nelle scuole gestiti dagli studenti con il supporto degli insegnanti: sono alcune delle proposte lanciate dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la prof. Filomena Albano, a fronte del ripetersi di episodi di bullismo.
Le proposte scaturiscono dai risultati di due progetti pilota realizzati dalla Garante (Dallo scontro all’incontro: mediando s’impara e Riparare: conflitti e mediazione a scuola), che hanno coinvolto oltre mille studenti italiani tra gli 11 e i 14 anni. Continua a leggere


Global Child Forum 2018. “Sono i bambini i futuri leader di domani, le aziende siano coraggiose nel trovare soluzioni a tutela dell’infanzia”

«I bambini sono fondamentali per il futuro delle imprese come futuri leader, clienti, investitori e dipendenti» ha affermato il vicedirettore generale dell’Unicef Fatoumata Ndiaye il quale ribadisce che rispettare i diritti dei bambini non è una facoltà ma un dovere di tutti, in particolare delle aziende alle quali – in collaborazione con il Global Child Forum – è stato chiesto di trovare soluzioni coraggiose per ogni potenziale impatto che possa nuocere all’infanzia. Continua a leggere


Incontro dei direttori degli Uffici diocesani delle comunicazioni sociali. Don Maffeis:”Maturiamo insieme la consapevolezza dell’online”

“Intendiamo favorire e accompagnare nelle nostre comunità un cambiamento di mentalità, che coniughi l’esperienza della fede con una cultura plasmata dalla comunicazione”. È l’impegno rinnovato da don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali (Ucs) della Cei, introducendo alla Pontificia Università Lateranense di Roma l’incontro dei direttori degli Uffici diocesani delle comunicazioni sociali. “Ne è condizione – ha spiegato – la nostra capacità di conoscere e capire, interpretare e abitare questo tempo, disposti a lasciarci provocare anche a un ripensamento della nostra azione pastorale e della nostra stessa presenza ecclesiale”. Continua a leggere


Le istanze dei minori stranieri detenuti al convegno “Regioni e Comuni nell’esecuzione penale, nella privazione della libertà e nell’inclusione sociale”

L’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori ha partecipato con interesse al Convegno Regioni e Comuni nell’esecuzione penale, nella privazione della libertà e nell’inclusione sociale presso il Consiglio regionale del Lazio. La Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà, Emilia Rossi, ha sottolineato l’importanza della rete con i Garanti regionali per il lavoro sul territorio e per il rafforzamento delle iniziative di attuazione dei principi di cui sono investiti.

La partecipazione dell’Osservatorio al Convegno ha permesso un’apertura ed una sensibilizzazione con le istituzioni sulla tematica dei minori stranieri detenuti che si trovano alle ultime file tra gli ultimi. Continua a leggere


Scuola di formazione socio politica: si inizia oggi con “la Cina di Xi Jinping”

Anche quest’anno parte la Scuola di formazione socio politica, giunta alla sua 8° edizione. Gli incontri, patrocinati da Salesiani per il Sociale, Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori e Università Pontificia Salesiana, sono ospitati nella sala comune della parrocchia Santa Maria della Speranza.​

Alla luce di uno scenario internazionale quantomeno problematico e carico di incertezze, quest’anno la Scuola di formazione socio-politica intende riflettere sui nuovi scenari politici e geopolitici, con particolare attenzione agli Stati Uniti, alla Russia, e al Medio Oriente, senza trascurare lo scenario italiano ed europeo.

Si inizia oggi con Francesca Manenti, esperta della situazione di Asia-Pacifico, che fotograferà “la Cina di Xi Jinping”.

Come di consueto gli incontri si terranno ogni lunedì a partire dal 7 maggio fino al 4 giugno a partire dalle 20:00.

 


La tutela dei minori e le Giornate Salesiane di Comunicazione

Sabato 28 aprile l’Osservatorio Salesiano peri Diritti dei Minori ha partecipato alle Giornate Salesiane di Comunicazione, organizzate presso l’Università Salesiana di Roma, intervenendo in uno dei corsi organizzati dal titolo “Fake news e istituzioni”. L’intento è stato quello di mettere in guardia i presenti (operatori, seminaristi, educatori, insegnanti) dai pericoli della rete, fornendo risposte e strumenti legali al fine di tutelare i minori. Il workshop, diviso in vari moduli, ha portato alla redazione di un documento finale comune, costituito da raccomandazioni e consigli, da inviare alle istituzioni competenti, per far sentire la voce della Famiglia Salesiana rispetto al tema della protezione dei minori, missione primaria della Congregazione.  Continua a leggere


Inversioni di tendenza: aumentano le coperture vaccinali

Aumentano in Italia le coperture vaccinali. Se dal 2013 al 2016 hanno subito un calo, scendendo ben al di sotto della soglia del 95% raccomandata dall’Organizzazione mondiale della Sanità per limitare la circolazione di virus e batteri nella collettività, adesso sono tornate invece a registrare un trend positivo. Continua a leggere