Violenze e torture. Donne e bambini vittime nelle prigioni libiche

Denutriti e debilitati, quasi tutti con almeno un anno alle spalle di permanenza nei centri di detenzione libici. Dietro l’ultimo caso politico consumatosi nel fine settimana e che ha coinvolto le navi della Guardia costiera e di Frontex ci sono le storie di sofferenza raccolte dagli operatori delle organizzazioni internazionali, che nelle ultime 48 ore, hanno dato il benvenuto in Italia ai 450 migranti e richiedenti asilo provenienti dalla Libia. Tutti eritrei e somali, tra loro 43 donne, 14 bambini e 113 minori non accompagnati.  Continua a leggere Violenze e torture. Donne e bambini vittime nelle prigioni libiche

Minori non accompagnati: in Sicilia c’è bisogno di tutori volontari

Arriva dalla magistratura una prima risposta alla concentrazione in Sicilia di minori stranieri non accompagnati (Msna), che sull’isola sono il 42,8% di quelli presenti in Italia. Il Tribunale per i minorenni di Palermo ha emesso negli ultimi giorni una trentina di decreti che, nel nominare i sindaci tutori provvisori, li incarica di trasferire i ragazzi in altre località del territorio italiano. La ragione: consentire a tali giovani, senza adulti di riferimento in Italia, di trovare un tutore volontario che ne raccolga le esigenze e ne faccia valere i diritti. Resta impellente l’esigenza che le istituzioni ora cooperino per attuare strutturalmente un’equa distribuzione. Si tratta di garantire i diritti, le condizioni di vita, l’integrazione e il contrasto a marginalizzazione sociale e devianza di ragazzi vulnerabili”. Continua a leggere Minori non accompagnati: in Sicilia c’è bisogno di tutori volontari

Ascolto e partecipazione: anteprima del Report sui minori non accompagnati in Italia

E’ disponibile online l’estratto del report “Minori stranieri non accompagnati: una valutazione partecipata dei bisogni“, curato dall’Autorità Garante dell’infanzia e dell’adolescenza, la prof. Filomena Albano, e UNHCR (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati).

Un rapporto completo che mette in luce l’importanza dell’ascolto e della partecipazione del minore nelle scelte che riguardano la sua vita. Continua a leggere Ascolto e partecipazione: anteprima del Report sui minori non accompagnati in Italia

Il racconto dei minori non accompagnati che arrivano in Italia

«Un giorno ha piovuto fortissimo, io e mia sorella eravamo a scuola e quando siamo tornati la nostra casa era crollata e i nostri genitori erano morti. La casa era stata costruita con dei soldi prestati ma anche se non c’era più il debito andava saldato. Le persone con cui mio padre era in debito venivano a minacciarmi continuamente ma io non sapevo come pagare. Così un giorno ho seguito un amico più grande che andava in Libia. Quando è arrivato il momento di partire i trafficanti mi hanno spinto sulla barca, mi hanno colpito e mi hanno fatto saltare un dente. A un certo punto l’acqua ha iniziato a entrare nel gommone. Io non so nuotare, ero spaventatissimo. Poi una nave italiana ci ha salvato. Ero così felice di non essere morto…».

È la storia di R., originario della Nigeria, arrivato in Italia a luglio 2016 a soli 16 anni.  Continua a leggere Il racconto dei minori non accompagnati che arrivano in Italia

Mediazione penale, avviate le audizioni su buone prassi e criticità

È stato avviato presso la sede dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza a Roma un ciclo di audizioni sulla mediazione in ambito penale. Lo scopo delle sedute è quello di far emergere buone pratiche e criticità, che possano poi essere portate all’attenzione delle istituzioni competenti indicando eventualmente anche le possibili soluzioni.

Il commento dell’Avv. Prof. Andrea Farina, coordinatore dell’Osservatorio: «Seppur previsti dalla normativa, gli istituti della mediazione penale e della giustizia riparativa non trovano ancora piena attuazione. Si ritiene che un complesso di buone norme possa adeguare l’attuale sistema processuale minorile con il rispetto dei loro diritti, in armonia con i principi della Convenzione di New York.

 

Continua a leggere Mediazione penale, avviate le audizioni su buone prassi e criticità

Il diritto alla vita e i giovani al centro della 24esima Assemblea Internazionale della Pontificia Accademia per la Vita

L’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori ha partecipato e seguito con attenzione i temi discussi durante la 24esima Assemblea della Pontificia Accademia per la Vita  tenutasi in Vaticano la scorsa settimana. Giornate intense di studio e approfondimento, ricche di significato e testimonianze importanti. Gli accademici provenienti da tutto il mondo hanno avuto l’onore di ascoltare le parole del Papa che sin dall’inizio del suo Pontificato si batte contro la cultura dello scarto.

 

.
Continua a leggere Il diritto alla vita e i giovani al centro della 24esima Assemblea Internazionale della Pontificia Accademia per la Vita

Osservatorio Salesiano e Borgo Don Bosco insieme per un convegno sui minori non accompagnati

L’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori, l’Unicef e il Borgo Don Bosco hanno incontrato il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza Regione Lazio, l’Avv. Jacopo Marzetti.

Un incontro importante con un focus sull’integrazione e sul supporto familiare in vista del convegno sulla tutela dei minori stranieri non accompagnati previsto per settembre prossimo. Continua a leggere Osservatorio Salesiano e Borgo Don Bosco insieme per un convegno sui minori non accompagnati

Giornata mondiale del rifugiato. Migliaia di minori non accompagnati senza tutele

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato, la nostra attenzione anche oggi va ai tanti bambini non accompagnati, giunti sulle nostre coste soli e spaventati. Vittime della tratta, di violenze e abusi, indifesi e senza tutele.

Per la ricorrenza, abbiamo deciso di raccogliere alcuni dati forniti dall’ultimo Rapporto Minori stranieri non accompagnati: una valutazione partecipata dei bisogni. Continua a leggere Giornata mondiale del rifugiato. Migliaia di minori non accompagnati senza tutele

Minori migranti e rifugiati: il Protocollo per un linguaggio “a misura di bambino”

L’Autorità Garante per l’Infanzia e l’adolescenza e l’UNICEF hanno firmato un  Protocollo di intesa, della durata di due anni, per sviluppare azioni congiunte di sostegno ai minorenni migranti e rifugiati in Italia con l’obiettivo di facilitare il processo di potenziamento e le attività di inclusione sociale, partecipazione, promozione dei loro diritti. Continua a leggere Minori migranti e rifugiati: il Protocollo per un linguaggio “a misura di bambino”