“THE SHIP OF TOLERANCE”, I BAMBINI CAMPIONI DI INTERCULTURALITA’

La nave della tolleranza ideata da Ilya ed Emilia Kabakov, riproduce un’antica nave egizia con 170 vele disegnate da bambini di tutto il mondo. Per crearle i bimbi hanno dibattuto, studiato e si sono confrontati sui temi della tolleranza e della diversità, fuori dagli schemi e dalle parti politiche.

La nave, con i suoi 27 metri di scafo, sta facendo il giro del mondo: da Mosca a Miami, da New York a Venezia ed ora finalmente a Capalbio.

L’idea di far gettare l’ancora proprio nella Maremma, nasce da un’intuizione di Jacaranda Caracciolo Falck , mecenate ed appassionata d’arte, che ne ha subito realizzato l’affinità con le sculture del Giardino dei Tarocchi.

Quest’arca di Noè è uno strumento di comunicazione e di cooperazione tra culture diverse, con una particolare attenzione rivolta ai giovani, alla formazione ed alla diffusione di ideali positivi.

“Da tempo cercavo un progetto che potesse sposarsi con lo spirito del Giardino – dice Jacaranda Caracciolo Falck – e questo degli artisti ucraini Ilya e Emilia Kabakov mi è sembrato perfetto. Tanto che mi auguro che una volta concluso il viaggio nel mondo, l’arca torni qui. Definitivamente”.

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...