Le istanze dei minori stranieri detenuti al convegno “Regioni e Comuni nell’esecuzione penale, nella privazione della libertà e nell’inclusione sociale”

L’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori ha partecipato con interesse al Convegno Regioni e Comuni nell’esecuzione penale, nella privazione della libertà e nell’inclusione sociale presso il Consiglio regionale del Lazio. La Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà, Emilia Rossi, ha sottolineato l’importanza della rete con i Garanti regionali per il lavoro sul territorio e per il rafforzamento delle iniziative di attuazione dei principi di cui sono investiti.

La partecipazione dell’Osservatorio al Convegno ha permesso un’apertura ed una sensibilizzazione con le istituzioni sulla tematica dei minori stranieri detenuti che si trovano alle ultime file tra gli ultimi.

La relazione del Garante della Regione Lazio, Stefano Anastasia, sottolinea e conferma la necessità di coordinare il lavoro con il territorio ed il rapporto tra istituzioni, amministrazioni, regioni ed enti locali con il supporto di una rete articolata, in particolare per il delicato compito di supporto dei rimpatri assistiti e dei reclami che i Garanti devono gestire.

Di particolare rilevanza la relazione di Patrizio Gonnella, Presidente dell’associazione Antigone, che sottolinea l’importante anche del lavoro educativo e culturale dell’esecuzione della pena che deve necessariamente andare oltre la posizione partitica delle amministrazioni.

 

(in alto: Presidente del Tribunale di sorveglianza di Roma)

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...