“GIOVENTU’ PER DOMANI”. RIFLESSIONI DI MARCO GRAZIOLI SUL TUTORE VOLONTARIO

Il 17 novembre l’Istituto Internazionale per lo Studio dei Problemi della Gioventù Contemporanea organizza, presso la Camera dei Deputati, il Convegno di studio “Gioventù per Domani”.

 

Per entrare pienamente nel progetto educativo portato avanti da ‘Gioventù per Domani’ abbiamo intervistato l’Avvocato Marco Grazioli, cresciuto alla Città dei Ragazzi di Roma voluta da Monsignor Giovanni Patrizio Carroll-Abbing, di cui oggi è consulente giuridico, e ha rivestito, tra i tanti incarichi, quello di Giudice Onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Roma.

Grazioli ha subito chiarito che “Solo chi è in stretto contatto con i ragazzi sa quanto sia delicato e difficile entrare in sinergia con loro, trovare soluzioni ai conflitti familiari, aiutare loro e le famiglie a superare i disagi sociali che caratterizzano le nostre periferie“.

L’importanza dell’accoglienza, ereditata da Monsignor Carroll-Abbing, è un tema di estrema attualità, basti pensare ai “minori non accompagnati, i quali, come tutti i giovani, rappresentano una generazione da tutelare e proteggere”.

In merito alla legge 47/2017, che disciplina le misure di protezioni dei minori stranieri non accompagnati, Grazioli sottolinea innanzitutto l’umanità nell’aver definito il tutore ‘volontario’, pur avanzando alcune perplessità; egli auspica, infatti, maggiori garanzie sia per i ragazzi che per i tutori stessi, “persone alle quali dobbiamo garantire assistenza tecnica. Sono tante, infatti, le responsabilità di un tutore e anche le competenze da conoscere, che non possono essere affrontate in un unico corso di formazione”.

“Diventare tutore volontario – conclude l’Avv. Marco Grazioli, è un’esperienza bellissima, ma queste donne e questi uomini non devono essere lasciati soli“. 

 

Scarica la locandina e il programma del convegno.

 

 

 

 

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...