Insonnia da smartphone e “bombardamento tecnologico”

«In Italia abbiamo circa 8 milioni e 200 mila giovani tra i 12 e i 25 anni – spiega lo psichiatra Claudio Mencacci – a soffrire di deprivazione di sonno, specie se cronica, a causa dell’esposizione a stupefacenti, che impatta sulla maturazione cerebrale dell’adolescente, con livelli che cambiano a seconda della sostanza e dell’assunzione».

A Milano e provincia ci sono circa 40 mila ragazzi dai 12 ai 25 anni che si dicono insoddisfatti della propria vita, e un po’ di più sono quelli che manifestano disturbi d’ansia e depressione. Uno studente su tre ha provato alcol o sostanze, ma le nuove droghe che minacciano le notti degli adolescenti sono anche internet, social, smartphone e videogiochi, un bombardamento tecnologico di stimoli al quale possono sviluppare dipendenze, che tiene in un costante stato di allerta gli adolescenti. E una notte su dieci dormono meno di sei ore, e tre quarti dei diciottenni non arrivano allo standard di otto. Quest’«insonnia tecnologica» mette a repentaglio lo sviluppo del loro cervello, e, se c’è una predisposizione latente, li espone al rischio di sviluppare disturbi psichici.

E’ l’allarme lanciato da Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di Neuroscienze e salute mentale dell’Asst Fatebenefratelli-Sacco di Milano. «Studi su campioni ampi hanno trovato una forte correlazione tra disturbi del sonno (quantità, qualità, sonnolenza diurna) e utilizzo di smartphone e social network soprattutto nelle ore serali – spiega Mencacci –. L’insonnia agisce da detonatore ampliando la vulnerabilità individuale a differenti patologie psichiche (tra cui patologie depressive, alterazioni dell’impulsività, utilizzo di sostanze).

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...