Adozioni e affidi: la “buona prassi” della Campania

Obiettivo: rafforzare la rete territoriale e migliorare i servizi. Approvato il protocollo tra Ambito S01_2 , Tribunale per i minorenni e Asl Salerno. Negli ultimi dieci anni sono state 374 le coppie che hanno chiesto e partecipato al percorso propedeutico per conseguire l’idoneità per adottare. Sono invece 201 i percorsi specializzati effettuati per la post adozione. 189 gli affidi a strutture e a famiglie e 140 i percorsi attivati per il sostegno alle figure genitoriali. Un buon esempio da seguire per chi lavora e si dedica a costruire reti sul territorio.


Il coordinamento istituzionale dell’Ambito S01-2 , è composto dai Commissari prefettizi che reggono il Comune, capofila Scafati e i sindaci dei Comuni di Angri, Sant’Egidio del Monte Albino e Corbara, con il Servizio Affidi ed Adozioni dell’Ambito, il Tribunale per i minorenni e l’Asl Salerno. L’obiettivo è di uniformare e migliorare i percorsi e le procedure per adozioni ed affidi di minori su tutto il territorio provinciale, evitando in tal modo ritardi e pratiche disomogenee. Fin dal 2014 l’Ambito Territoriale di Scafati ha sempre previsto nella programmazione del Piano Sociale, il sostegno al Centro Famiglia e al Servizio Affidi ed Adozioni, con l’apporto di personale specializzato. Sono diverse le attività svolte dai due Centri. Le coppie interessate ad adottare o ottenere un affidamento sono costantemente seguite mediante attività formative, con opportune valutazioni da parte degli esperti sull’idoneità. Molta attenzione è rivolta anche ai percorsi post adozioni e al potenziamento dell’affido familiare.

Negli ultimi dieci anni sono state 374 le coppie che hanno chiesto e partecipato al percorso propedeutico per conseguire l’idoneità per adottare. Sono invece 201 i percorsi specializzati effettuati per la post adozione. 189 gli affidi a strutture e a famiglie e 140 i percorsi attivati per il sostegno alle figure genitoriali.

Un buon esempio di lavoro di rete sul territorio.

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...