Home

Diritti dell’infanzia e filo spinato

Domani ricorderemo la Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, mentre il Presidente USA Donald Trump, di fronte all’esodo impressionante di donne, bambini e uomini che camminano 10 ore al giorno, risponde schierando 7.000 uomini alla frontiera e rafforzando filo spinato, barriere e transenne.Stanno arrivando in questi giorni a Tijuana, la città messicana al confine con il Texas, le prime centinaia di persone della Carovana dei migranti. Stanno percorrendo migliaia di chilometri a piedi per chiedere asilo negli Stati Uniti. Sono partiti un mese fa da San Pedro Sula in Honduras, in una data simbolica: 12 ottobre. Sono tra le 10.000 e le 17.000 persone, in quattro gruppi sparsi tra Città del Messico e gli Stati interni di Oaxaca e Veracruz. Vengono da Honduras, Guatemala, El Salvador, tra cui migliaia già espulsi dagli Stati Uniti, tutti in fuga da povertà e violenza nei loro Paesi.

“Il 65% sono donne e bambini”, raccontano al Sir José Carlos Yee Quintero, coordinatore dei programmi della Casa del migrante a Tijuana, diretta dallo scalabriniano padre Patrick Murphy. A Tijuana ci sono già 2.500 migranti che stanno aspettando una risposta alla domanda d’asilo. Molti rischiano di diventare vittime dei feroci cartelli del crimine organizzato che controllano le frontiere. A questi si aggiungeranno quelli della Carovana, che continueranno ad arrivare nei prossimi giorni e settimane. La Casa del migrante, che fa parte di una rete di 30 centri di assistenza ai migranti alla frontiera nord del Messico, si sta attrezzando in queste ore per potenziare l’accoglienza e i servizi, “nei limiti nelle nostre possibilità”: “Abbiamo 150 letti a disposizione dove ospitiamo ogni giorno migranti e messicani rimpatriati dagli Stati Uniti. Ma ogni giorno 130 letti sono occupati”.

Di fronte all’esodo impressionante di donne, bambini e uomini che camminano 10 ore al giorno, o che a tratti riescono a salire su camion per percorrere le distanze maggiori, gli Stati Uniti rispondono schierando 7.000 uomini alla frontiera e rafforzando filo spinato, barriere e transenne. Dal 10 novembre scorso il presidente Donald Trump ha perfino annunciato il blocco del diritto d’asilo per 90 giorni.

Articolo integrale: https://www.agensir.it/mondo/2018/11/16/primi-arrivi-della-carovana-dei-migranti-a-tijuana-laccoglienza-al-centro-degli-scalabriniani-il-65-sono-donne-e-bambini/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...