Giornata Mondiale della Sicurezza in Rete: “crea, connetti e condividi rispetto”

Oggi è la Giornata Mondiale della Sicurezza in Rete. Ogni anno, nel mese di Febbraio, il Safer Internet Day promuove un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani di tutto il mondo. Una ricerca effettuata da Sos Il telefono Azzurro insieme a Doxa kids su oltre 1000 giovanissimi ha mostrato quali sono i rischi più comuni sul web. Anche le fake news sono una preoccupazione sentita da parte del 26% dei giovani.

Sono nativi digitali, ma per quasi metà di loro il web è un luogo minaccioso, dove c’è il rischio di incontrare malintenzionati e di essere vittime di cyberbullismo. E non sono solo timori: 6 ragazzi su 10 dicono di aver avuto esperienze negative durante attività di streaming online. Sono i risultati della ricerca effettuata da Sos Il telefono Azzurro insieme a Doxa kids su oltre 1000 giovanissimi, presentata questa mattina a Milano in vista del Safer Internet Day. Tra i rischi del web i ragazzi mettono al primo posto quelli legati alla sfera sessuale: il 44% dei giovanissimi tra i 12 e i 14 anni teme di incontrare malintenzionati, il 29% di fidarsi troppo di qualcuno online, il 19% di ricevere richieste di invio di foto o video. Al secondo posto la paura della violenza: il 38% degli adolescenti tra i 15 e i 18 anni teme il cyberbullismo, mentre il 32% dei bambini dai 12 ai 14 anni non vorrebbe leggere frasi volgari o violente. I ragazzi sono consci anche dei rischi legati al condividere contenuti personali: il 23% dei 15-18enni teme l’utilizzo dei propri dati senza consenso.

Ma anche le fake news sono una preoccupazione sentita dal 26% dei ragazzi dai 15 ai 18 anni, soprattutto in ambito salute visto che nel 21% dei casi vengono diffuse notizie diverse e discordanti in merito allo stesso tema, oppure informazioni che poi si rivelano false o inutilmente «terrorizzanti». Un terzo degli adolescenti acquista giochi online e dedica al web più di due ore al giorno, tra utilizzo della rete e gaming; nella fascia 8-11 anni lo fa oltre il 20%.

 

Per approfondire visita il sito di Generazioni Connesse.

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...