Giornata contro l’uso di bambini soldato, vittime silenziose di un mondo brutale

La Giornata internazionale contro l’uso dei bambini soldato ricorre annualmente il 12 febbraio, giorno in cui nel 2002 è entrato in vigore il Protocollo opzionale alla Convenzione sui diritti dell’infanzia sulcoinvolgimento dei bambini nei conflitti armati.

In occasione della Giornata l’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori ricorda le migliaia di bambini arruolati e vittime di violenze, comprati e usati per scopi bellici, vittime silenziose di un mondo ingiusto e brutale.

Ad oltre tre anni dall’inizio del conflitto nel Sud Sudan, minorenni continuano a essere reclutati da forze e gruppi armati: secondo l’UNICEF nel solo 2016 ne sono stati reclutati 1.300. Questo dato porta il numero totale di minori utilizzati dall’inizio del conflitto (2013) a oltre 17.000.  A queste vanno aggiunte altre drammatiche cifre: 2.342 i minori uccisi o mutilati; 3.090 quelli rapiti,  1.130 quelli vittime di abusi sessuali.
In totale, 1.932 bambini sono stati rilasciati da forze e gruppi armati: 1.755 nel 2015 e 177 nel 2016.
«Non possiamo aspettare la pace per aiutare i bambini intrappolati nelle guerre» afferma il presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera. «Dobbiamo investire in interventi concreti per tenerli lontani dalle linee di combattimento, soprattutto attraverso l’istruzione e il sostegno economico alle famiglie. Bisogna promuovere interventi immediati e a lungo termine di sostegno psico-sociale, educativo e di formazione professionale».

Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...