Subito “sì” alla legge per i minori stranieri non accompagnati

Minori stranieri. Il richiamo del Papa e l’appello di Mattarella alla coscienza di ciascuno.

I dati drammatici sugli arrivi e sulle sparizioni non bastano ancora per mettere l’emergenza in cima alle priorità del Paese. O almeno, non lo faranno finché il decreto di legge, approvato alla Camera alla fine di ottobre, non passerà anche al Senato. E’ un atto di civiltàsecondo la maggior parte delle forze politiche che lo hanno votato – e auspicano che la situazione politica/ legislativa si sblocchi.

Le principali novità introdotte dalla legge:

  • identificazione dei minori entro 10 giorni dal loro arrivo;
  • permanenza nelle strutture di prima accoglienza non oltre 30 giorni (oggi se ne prevedono 60);
  • inserimento in strutture dedicate e non insieme agli altri migranti;
  • accesso per tutti i minori al Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati (Sprar);
  • l’istituzione di un albo di tutor personali che si prendano in carico i minori;
  • incentivo all’affidamento familiare.

L’Osservatorio Salesiano per i Diritti dei Minori si aspetta che ci sia un largo consenso attorno al decreto di legge, proprio come è avvenuto alla Camera, e che l’Italia possa svolgere un ruolo fondamentale per risolvere il problema dei minori non accompagnati in modo più incisivo. 


Pubblicato da

Minorididiritto

L’azione dell’Osservatorio è di promuovere e difendere i diritti umani e dei minori per lo sviluppo integrale della vita dei giovani soprattutto i più poveri e svantaggiati per realizzare l’impegno di prevenzione, di sviluppo umano integrale, di costruzione di un modo più equo, più giusto e più salubre. Minori Protagonisti di Diritto è il nostro motto che indica la nostra intenzione di promozione dei principi propri della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza approvata il 20 novembre 1989 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il nostro obiettivo è di promuovere la conoscenza della Convenzione ONU, della normativa Europea ed in particolare quella Nazionale e delle pratiche significative per fare dei Diritti Umani la forma più avanzata di rinnovamento del Sistema Preventivo in quanto metodo educativo che Don Bosco ha praticato con intuizione profetica e che ci ha lasciato per la formazione dei giovani in Italia e nei Paesi più Poveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...